lunedì 28 gennaio 2013

Rose rosse per due sposini

Il post di oggi sa già di primavera, ha il profumo delle rose anche se l'occasione si è creata per dei fiori d'arancio...

Si tratta di un pensiero di nozze per due sposini, l'amica che me lo ha richiesto desiderava qualcosa di colorato e di allegro.....e allora ho scelto questi colori.


Un colore naturale come se fosse il terreno in cui i semi di un sentimento vengono piantati, il rosso come la passione di un amore che germoglia e sboccia, il bianco come la purezza e la sincerità che un' unione dovrebbe sempre avere....


E visto che gli sposini parlano spagnolo, per loro abbiamo scelto due poesie di Neruda in lingua per decorare le pagine interne.....ve le trascrivo in italiano...visto che un po' di poesia non fa mai male nella vita:)


SONETTO XVII

Non t’amo come se fossi rosa di sale, topazio
o freccia di garofani che propagano il fuoco:
t’amo come si amano certe cose oscure,
segretamente, tra l’ombra e l’anima.
T’amo come la pianta che non fiorisce e reca
dentro di sé, nascosta, la luce di quei fiori;
grazie al tuo amore vive oscuro nel mio corpo
il concentrato aroma che ascese dalla terra.
T’amo senza sapere come, né quando, né da dove,
t’amo direttamente senza problemi né orgoglio:
così ti amo perché non so amare altrimenti
che così, in questo modo in cui non sono e non sei,
così vicino che la tua mano sul mio petto è mia,
così vicino che si chiudono i tuoi occhi col mio sonno.

ODE AL GIORNO FELICE

Questa volta lasciate che sia felice,
non è successo nulla a nessuno,
non sono da nessuna parte,
succede solo che sono felice
fino all’ultimo profondo angolino del cuore.
Camminando, dormendo o scrivendo,
che posso farci, sono felice.
Sono più sterminato dell’erba nelle praterie,
sento la pelle come un albero raggrinzito,
e l’acqua sotto, gli uccelli in cima,
il mare come un anello intorno alla mia vita,
fatta di pane e pietra la terra
l’aria canta come una chitarra.
Tu al mio fianco sulla sabbia, sei sabbia,
tu canti e sei canto.
Il mondo è oggi la mia anima
canto e sabbia, il mondo oggi è la tua bocca,
lasciatemi sulla tua bocca e sulla sabbia
essere felice,
essere felice perché sì,
perché respiro e perché respiri,
essere felice perché tocco il tuo ginocchio
ed è come se toccassi la pelle azzurra del cielo
e la sua freschezza.
Oggi lasciate che sia felice, io e basta,
con o senza tutti, essere felice con l’erba
e la sabbia essere felice con l’aria e la terra,
essere felice con te, con la tua bocca,
essere felice.

Spero che sia piaciuto a chi lo doveva ricevere ed auguro loro buon cammino.

A presto, un abbraccio

Silvia

mercoledì 23 gennaio 2013

Scatole di latta e legno e vasetti in vetro recuperati e decorati


Che bello un po' di sole in questa giornata!
Questa settimana, non so bene perché, è forse la più frizzante dall'inizio dell'anno e la cosa mi piace.

Anche  se per uscire dall'inverno mancano ancora un po' di mesi e penso anche un po' di neve, nel cuore forse sta sbocciando già un po' di primavera!

Lo scorso fine settimana ho recuperato un po' di scatole e barattoli da cucina che avevo accantonato in attesa di ispirazione e mi sono divertita a trasformarli....ora vi mostro i risultati del lavoro di riciclo!


Questo è un barattolo di latta con coperchio in plastica morbida, un barattolo del fruttosio, per la precisione.
Volevo continuare ad utilizzarlo per lo zucchero, ma così com'era...anche no!

Così ho cercato in casa vario materiale di scarto: avrete capito che non si butta via quasi nulla da me. Anche se questo a volte  comporta problemi di spazio, ci sono davvero tanti oggetti e materiali che possono tornare utili, mi dispiace sprecarli! 
Quindi ho dato fondo ad un barattolo di vernice ad acqua color grigio nuvola, ho ritagliato dei cuoricini dal cartoncino ondulato delle confezioni dei biscotti che ho utilizzato per ricoprire il coperchio e decorarlo tutto intorno  e con degli scarti di stoffa ho creato delle roselline da applicare, un nastro per rifinire il bordo del coperchio e via!


Questa scatola invece ha un valore affettivo. E' un regalo di compleanno dei tempi del liceo che aveva realizzato una mia cara amica di ieri e di oggi che lavora la pasta di sale. Mi piaceva tantissimo e l'ho sempre utilizzata come porta gioie, però dopo anni e anni (meglio che non pensi a quanti di preciso, perché mi viene male!) la pasta di sale si era davvero tanto rovinata, tra polvere e sgretolamento, dei fiorellini che decoravano il coperchio non era rimasto che un vago e deforme ricordo....

Non volendo però separarmene (purtroppo soffro anche di questa sindrome: separazione da tutto ciò che per me ha un valore affettivo = fatica mostruosa/dispiacere!) ho deciso di recuperarla cercando di mantenerne almeno l'idea iniziale. Ho dato una mano di vernice ad acqua sull'azzurro chiaro, ho poi sfumato il tutto con del bianco, ho utilizzato la carta che si utilizza come base per appoggiare le torte, come se fosse un centrino, sul coperchio per coprire i vari segni lasciati dalla colla, i fiori li ho ricreati con del panno lenci, intorno ho decorato con del pizzo san gallo che riprendesse un po' l'effetto del coperchio e rifinito poi con roselline.
Ora può essere nuovamente utilizzata!


Infine cosa fare con dei barattolini in vetro che originariamente contenevano del tonno?
Dei porta spezie! Anche qui cartoncino dei biscotti per coprire il coperchio, pizzo per rifinire il bordo del coperchio, due giri di spago e fiorellini di stoffa per decorare...e poi.....pepe, bacche varie e bustine di zafferano!

Ora il tutto ha un aspetto più gradevole, più allegro e un po' più poetico :)

Per oggi vi auguro buona giornata.

Un abbraccio grande (oggi mi sento generosa!) a tutti,

Silvia

venerdì 18 gennaio 2013

Portachiavi e punto croce



Buongiorno, spero che lo sia per voi ... io oggi non me la sto vedendo benissimo: mi sono svegliata con dolori acuti in zona cervicale e un mal di testa da urlo ...... mi auguro che santo Nurofen possa fare qualcosa, ma sto perdendo le speranze, mi sa che fra un paio d' ore mi voterò a qualche altro santo! Mamma mia!!!! 

Comunque vabbè cerchiamo di pensare ad altro.....
Vi avevo detto qualche settimana fa che ero un po' stuzzicata dal punto croce...e infatti....mi sono cimentata....
 Ho cominciato da qualcosa di piccolo, perchè a me piace vedere il risultato in tempi brevi.

Ho cercato disegni che avessero a che fare con le chiavi di casa e poi mi sono messa all'opera con i colori che piacciono a me, così ne ho realizzati due sui toni del panna ed ecru e uno con un tocco di colore in più (ma su quella tela aida grezza ho perso gli occhi!)
 Devo dire che il risultato nella sua semplicità mi ha soddisfatto, anche se di certo non è la versione di portachiavi più veloce da realizzare....però uno ogni tanto si può anche fare.
L'effetto del punto croce mi piace molto, mi ha sempre affascinato, ma forse richiede pazienza in dosi che io non ho....quindi penso che continuerò  ad utilizzarlo moderatamente....q.b. come si scrive nelle ricette.

Per oggi è tutto .... e speriamo che la mia giornata possa migliorare!

Buon fine settimana e un abbraccio,

Silvia

lunedì 14 gennaio 2013

Angeli "pallina" ed Elfetti "pallina"


Sbirciando tra le foto che ancora non avevo postato, ho trovato delle creazioni dal sapore ancora un po' natalizio, ma non necessariamente e ho deciso di dedicare a loro il post di oggi.

Si tratta di "angeli palla" li avevo pensati come decorazione per l'albero, ma ho visto che sono carini anche come decorazione per la casa, da utilizzare sulla mensola di una finestra o nella cameretta di un bimbo. 


Questo sul bianco e argento con una fantasia a scritte con gli auguri di natale in diverse lingue....


questo canterino con una base che richiama uno spartito musicale...


e quello a pois bordeaux su base color naturale, che a mio avviso va bene sempre in più di un'occasione.

  
Poi ci sono loro due che erano i primi nati in colori un po' più accesi e che più che angeli hanno l'aspetto di piccoli elfi ....quasi...... più o meno....dai!



La fantasia di questo mi fa pensare ad un elfo del bosco....


Pensandoci, scegliendo delle fantasie diverse, sarebbero carini anche come bomboniera per dei bimbi o delle bimbe....proverò a realizzarne qualcuno con delle fantasie più primaverili magari ;)

Per oggi .....bubbolando di freddo ..... è tutto.

Buona giornata un abbraccio,

Silvia

mercoledì 9 gennaio 2013

Per le bimbe .... Ballerine e Stivaletti 0 - 6 mesi


Buongiorno a tutti!

Non so da voi, ma qui da me oggi il tempo è un po' ..... "lattiginoso".
C'è quel cielo pallido pallido, di un colore che potrei gradire solo su una parete di casa perché fa un po' shabby, un po' chic e un po' Provenza.

Dunque dunque....il post di oggi è firmato Romina, io ci metto solo le parole e le foto.

Chi è Romina? Romina è mia sorella ...Silvia & Family, appunto!

Qui vi proponiamo delle ballerine in feltro realizzate per delle bimbe 0-6 mesi sui toni del grigio e del lilla con applicazioni in tinta per renderle più sfiziose! 


E qui una serie di stivaletti .... questi bianchi e rossi un po' più natalizi e frizzanti!


Panna e marroni un po' più autunnali....


e questi panna e grigi, un po' più romantici ed elegantini



insomma ce n'è per tutti i gusti e ti fanno venir voglia di avere un bimbo anche solo per il piacere di vederglieli addosso! (Capito Romi?!!!)

Con questo post dedicato ai piedini dei bimbi (che sono una mia passione da sempre!) vi auguro buona giornata.

Un abbraccio,

Silvia



lunedì 7 gennaio 2013

La Befana vien di notte...con....


E così è passata anche l' Epifania che ogni festa porta via! 

Si torna al tram tram di rito e si cerca, con non poca fatica, di riprendere il ritmo. 

Perdonatemi per l'ora tarda, ma prima non sono riuscita a trovare tempo e ispirazione e poi questo orario insolito per me va festeggiato: finalmente internet funziona anche a casa mia! 
Insomma .... un ultimo post alla festa appena passata concedetemelo ancora.....

Per questa Befana ho deciso che la calza a Fabio l'avrei fatta a modo mio, così ho scelto delle stoffe che stessero bene con la cucina in stile minimal moderno (proprio uguale alla mia ;) - ci compensiamo in famiglia!) di mia sorella, rigorosamente bianca e rossa


Con le mie scarsissime doti da disegnatrice (molto molto in erba) ho abbozzato il disegno stilizzato di una befana e ho cucito i contorni con il punto zig zag


Un bastoncino degli spiedini e dello spago per la scopa (non poteva mancare!)


E poi una filastrocca che ci cantava sempre la nostra mamma quando eravamo piccole, scritta con un pennarello per la stoffa.

Un po' di dolci giocattoli e vestiti per riempirla ed ecco fatto!

La felicità più grande è stato il WOOOOW gioioso e sorridente di Fabio quando l'ha vista e ha aperto i pacchettini!

Per oggi è tutto, passo e chiudo!

Un abbraccio e sogni d'oro!

Silvia










venerdì 4 gennaio 2013

Un sacchettino per l'asilo per una bimba romantica


E dopo la cartella di Fabio che potete trovare nel post precedente oggi vi mostro qualcosa che ho realizzato per una bimba, la nipote di una mia cara amica che è venuta a trovarmi con la famiglia da Viterbo portandomi anche delle bellissime stoffe (conoscendo ormai i miei gusti e le mie manie ci eravamo organizzate per tempo!)

Erano i primi di novembre e si sono fermati qualche giorno....e secondo voi io potevo darmi tregua per tre giorni con quelle stoffine meravigliose che mi chiamavano anche di notte!?!!! 
Certo che no!!!!


Quindi pensando con anticipo a qualche regalino natalizio ci siamo messe lì e abbiamo scelto gli abbinamenti per realizzare un sacchettino portabiancheria e abitini per l'asilo per la sua nipotina, Valentina.


Lino stampato con delle roselline dalle tonalità, a mio avviso, meravigliose .....  fascia di tela aida ..... un po' di filo moulinè che riprendesse i toni della fantasia ..... un cordoncino in tinta e via......


Dopo aver ricamato la fascetta durante un'oretta di chiacchere e caffè sul divano, si passa alla macchina da cucire per confezionare il tutto e per finire un particolare fiocchettoso e floreale sull'arricciatura della chiusura.


Io mi sono dovuta trattenere un bel po' per non postare prima questo sacchettino, ma sapevo che sarebbe stato consegnato solo a Natale e speriamo che a Valentina e alla sua mamma sia piaciuto quanto è piaciuto a me e ai miei amici con i quali è stato pensato.


In questi giorni vi dirò che mi sono un po' fissata col punto croce ... sto raccogliendo spunti visto che ho in testa delle cosine nuove che vorrei fare, non so quando troverò il tempo, ma prima o poi lo troverò!

Auguro a tutti un buon fine settimana e una buona Befana.

Un abbraccione,

Silvia


mercoledì 2 gennaio 2013

La prima cartella di Fabio!




Dopo questi giorni di festa passati tra amici e famiglia eccoci nuovamente qui a salutare un nuovo anno con tanti propositi e desideri da far crescere e sbocciare e con alle spalle tutto quello che è stato bene vivere, ma che non ci è più utile per il futuro perché appesantirebbe solo il nostro passo.

La lista con le cose da lasciare nel 2012 l'ho bruciata in compagnia di mia sorella il 31 pomeriggio, ora speriamo di essere davvero brave a lasciarle andare per far posto al nuovo J

La creazione che vi mostro oggi è stata pensata per Fabio, il mio nipotino, e realizzarla è stato divertente oltre che “emozionante”.

Doveva essere un normale sacchettino per il cambio per il nido, ma ho pensato che potevo fare di meglio per il nostro cucciolotto.

Il risultato è una mini (non ancora troppo mini per lui) cartella.


Sì lo so che i maschietti poi vogliono quelle cartelle con tutti quei nuovi mostricciatoli dei cartoon, ma io ho deciso che almeno fino alla prima elementare questa sarà la sua unica cartella J (molto democratica insomma!)

 

 L’interno è realizzato con una tela semirigida e l’esterno con del lino grigio


 un angelo come applicazione, perché lui è il nostro angelo

 

e una frase scelta dal “piccolo principe” per augurargli che la luce che è e che ora brilla così viva attraverso i suoi occhi non si spenga mai in lui.
Perché quell’ innata saggezza consapevole, buffa, ormai sempre meno silenziosa lo accompagni sempre.


Abbiamo cercato di coglierlo in una foto con cartella in spalla, ma abbiamo miseramente fallito: o se la toglieva o non stava fermo….mi sa che per ora sarà più spesso in spalla a mamma e papà.



Per questo 2 gennaio 2013 è tutto. 

Anche se con un po' di ritardo ..... buon anno e buona costruzione/realizzazione di sogni a tutti!

Un abbraccio,

Silvia



* Con questo post partecipo al Linky Party 

"La Collection du Mardi" 
by