venerdì 29 marzo 2013

Vasetti di e per i fiori dai barattoli delle spezie

Chi di voi non usa spezie in cucina? 
Io non tantissime, ma qualcuna sì e ogni volta che ne finisco un barattolo mi dispiace buttarlo, quindi metti da parte oggi, metti da parte domani...alla fine ho deciso di ridare loro nuova vita così!


Un po' di iuta e qualche rosellina...filo di spranga per i manici


 E per la serie sui toni dell'azzurro al posto della iuta del pizzo in macramè


Finiti i barattoli delle spezie, in fondo ad uno sportello della credenza sono riuscita a scovare dei barattoli di conserva mini porzione e così ho creato altri vasetti un po' più grandi e capienti.


Ciascuno con i suoi dettagli: Il canto del cuore (per quello con la gabbietta come ciondolo) e Per quando sbocciano i fiori del cuore (per quello con l'angioletto come ciondolo)


Con questi fiori e con il cuore più libero e leggero grazie ad un'amica che ha reso speciale la mia giornata di ieri e che riesce sempre ad aiutarmi a riaccendere una luce dentro, quando rimango al buio o in ombra...vi auguro di cuore una buona Pasqua e una divertente Pasquetta, noi ci prepariamo a festeggiare il secondo anno trascorso da Fabietto insieme a noi e gli insegnamenti e le gioie che ci regala ad ogni sorriso e ad ogni sguardo.

Un abbraccio grande, a presto

Silvia


lunedì 25 marzo 2013

Innaffiatoi decorativi

Anche se non sono nata con il pollice verde, amo i balconi fioriti, e gongolo quando nel prato sbocciano i primi fiori, non per merito mio ovviamente!

Per ora sul mio balcone sono timidamente e oserei dire temerariamente nati loro:


Devo essere sincera non conosco il loro nome... e se qualcuno mi vuole illuminare ringrazio....  non ricordo nemmeno quando li avevo piantati....

Ogni tanto ci provo a mettere qualche seme nei vasi ma poi non sono molto costante nell'accudirli...sarà per questo che raramente le mie semine hanno successo.

In ogni caso tutto quello che ha a che fare con vasi, vasini, vasetti, innaffiatoi ecc. ha sempre attirato la mia attenzione e ogni primavera ci riprovo...

Qualche tempo fa avevo trovato degli innaffiatoi grezzi e li ho presi pensando che avrei voluto decorarli....eccoli qui.....


Uno sull'azzurro  e uno sul rosa antico


Li ho pensati non proprio per la loro funzione, ma come se fossero un vaso porta fiori, a me piacciono anche solo così, da appoggiare su un davanzale o su una mensola, però dai con qualche fiorellino vero sarebbero anche meglio!


Cuori e fiori ultimamente non mancano mai....la primavera risveglia il mio animo già incline per natura al romanticismo....


Un po' di passamaneria e del pizzo in macramè a volte cambiano il volto alle cose .... abbinati a questi colori mi danno una sensazione di eleganza e di freschezza.


Anche se ancora sono poche le date fissate ci stiamo preparando per qualche evento estivo dove potrete trovare le nostre creazioni.

Per il momento vi confermo la nostra presenza a Parma per la manifestazione De Gustibus che si terrà il 4 e 5 maggio nello scenario da incanto di Villa Malenchini... provate a dare un'occhiata.....io non vedo l'ora di essere lì!

In questo lunedì dal tempo uggioso che ha di tutto tranne che di primavera vi auguro buon inizio settimana.

A presto,

Silvia






giovedì 21 marzo 2013

Tra miti della primavera collarini e braccialetti fioriti


21/03/2013 una bella data ..... intanto è ufficialmente PRIMAVERAAAAAA e per l'occasione vorrei dedicare uno spazio ad un mito che parla di lei e anche di molto altro in verità, è un po' lungo ma per chi ha voglia di leggere.....è il mito di PERSEFONE.

Persefone, da fanciulla chiamata Kore, il cui significato è semplicemente “giovinetta”, nacque dal rapporto tra Zeus e la sorella Demetra.

Della bellissima Kore, si innamorò Ades, fratello di Zeus e dio degli Inferi che con il consenso di Zeus e la complicità di Gea, la rapì.

In quell’infausto giorno, Kore giocava con le Oceanine presso il Lago di Pergusa nei pressi di Enna. Improvvisamente fu attratta da un bellissimo narciso, che Gea aveva fatto spuntare nel prato.

Improvvisamente il cielo si oscurò, un forte vento iniziò a soffiare e la terra si aprì in due. Dallo squarcio la giovane dea vide salire il carro dorato di Ades il quale, approfittando della lontananza della madre, la prese con violenza e la portò via con sé. 

La fanciulla gridava e piangeva disperatamente, sperando che la madre potesse sentirla.

Così Ades portò quella fanciulla nel regno dell’oscurità e la sposò contro la sua volontà. 

Demetra, dea della natura e della fertilità, non trovando la figlia, impazzì per la disperazione e, per nove giorni e nove notti, senza mangiare né bere, corse fino ai confini della terra, alla ricerca della figlia, invocando disperatamente il suo nome.

Solo il decimo giorno, Ecate, la dea lunare, mossa a pietà rivelò alla madre di aver assistito al rapimento della giovane Kore, adesso divenuta Persefone, regina degli Inferi.

Demetra uscì di senno dalla rabbia. Scoprendo inoltre che lo stesso Zeus aveva acconsentito alle nozze, decise di vendicarsi contro gli dei e gli esseri viventi lasciando l’Olimpo e abbandonando i raccolti al freddo e al gelo. 

Passarono molti anni di carestia, al punto che l’umanità, sull’orlo dell’estinzione, non disponeva neppure di alcuna offerta o sacrificio e quindi non onorava più gli dei.

Zeus, preoccupato, mandò la sua messaggera Iris per cercare di spingere Demetra a ripristinare il ciclo delle stagioni ma a nulla valsero i suoi tentativi. Gli immortali vennero, a uno a uno, per colmarla di doni meravigliosi, ma ella non desiderava altro regalo se non la figlia adorata.

Allora Zeus mandò Hermes, messaggero degli dei, presso Ades per ordinargli di restituire Persefone alla madre.

Ades, inaspettatamente, acconsentì e, per renderle più confortevole il viaggio, le offrì alcuni frutti degli Inferi.

L’inganno era teso: lei non sapeva che si può abbandonare il Regno dei Morti solo se non si è cibati dei suoi frutti. Se si dovesse addentare uno di questi, si viene condannati a morte eterna.

Persefone, inappetente per il dolore, non aveva ancora mangiato nulla e solo allora, illusa dell’imminente ritorno a casa, si concesse sei semi di melograno.

Quando Demetra poté riabbracciare la figlia, tale fu la gioia che d’incanto le terre rifiorirono di frutti e raccolti.

Ma Persefone aveva mangiato quei sei chicchi infernali…

Per impedire nuove carestie Zeus impose un accordo, Persefone avrebbe trascorso un certo tempo come sposa di Ades e regina degli Inferi, permettendo all’inverno di tornare, e i restanti mesi sulla terra, festeggiata dall’ arrivo della temperatura mite, dai fiori, dai frutti e da tutte le meraviglie che la Natura sa risvegliare in primavera.

Questo mito mi è sempre piaciuto molto, perché offre veramente lo spunto per tante riflessioni: non parla solo dell'origine delle stagioni, ma di un vero percorso iniziatico che dall'età bambina conduce una donna all'età adulta, parla della separazione, di una morte simbolica e poi di una resurrezione e quante volte nella vita ci si trova a doverle vivere per un motivo o per un altro?
Embè c'è dentro davvero tanto ...ad ognuno le proprie riflessioni....

Tornando a cose un po' più frivole (almeno in apparenza)....con che cosa vi allieto oggi? 
Mmmmmm ..... direi che per festeggiare l'avvento della bella stagione ...... queste creazioni di Romina sono l'ideale.

Si tratta di collarini con abbinato braccialetto, realizzati all'uncinetto; allacciandoli i fiori rimangono sul lato.
A mio avviso sono troppo, ma troppo carini. 
Nella loro semplicità danno un tocco di colore e di eleganza, io non vedo l'ora che arrivi il caldo per abbinarli a qualche top.

Dai iniziamo la carrellata! 
Una versione molto marinaretta in bianco e blu navy



Una versione in rosso ed ecru che a me rievoca l'immagine di un campo di papaveri


Per poi passare a toni più delicati...che come avrete ormai capito sono i miei preferiti!

Azzurro ed ecru


Lilla ed ecru


Marrone e rosa antico, a mio avviso favolosooooooooo!


Verde salvia ed ecru


Cosa dite, vi piacciono? 

Io e Romina speriamo proprio di sì. 

Buon inizio di primavera a tutti! 

A presto, un abbraccio

Silvia

martedì 19 marzo 2013

Mare profumo di mare


Oggi si sente nell'aria un anticipo di primavera e tutto mi sembra più bello!


Sarà che sono, come molti, metereopatica, ma oggi è facile sorridere. 
Quando per venire a lavoro dalla strada panoramica di San Marino si vede il mare e la linea dell'orizzonte con questi colori ....embhè.... ho già un buon motivo per essere felice.

Visto che la giornata sarebbe perfetta per una passeggiata sulla spiaggia ma non è possibile, facciamo che un po' di mare e un po' di sabbia li porto qui...o almeno qualcosa che ne rievoca l'atmosfera.


Questi sono dei fari fermaporta che avevo realizzato in verità la scorsa estate ma che non ero ancora mai riuscita a fotografare e a postare. Ho aggiunto qualche particolare, perché non so se capita anche a voi, ma da un anno all'altro cambiano un po' i gusti o cose già realizzate mi sembrano incomplete e visto che questi due giravano ancora per casa ho pensato di rifare la bandiera ed aggiungere delle conchiglie.


Quando vado al mare in particolare a Fiorenzuola di Focara o in Calabria da Caterina (una mia carissima amica), ma in realtà in tutte quelle spiagge con fondale sassoso, mi piace sedermi a riva e scegliere dei sassolini o delle conchiglie e poi di solito a fine stagione me le ritrovo in ogni dove: zaini, borse, borsellini. tasche. 
Ecco.....alcune di queste le ho usate per decorare loro...quindi un po' di mare ce l'hanno veramente!

E con l'azzurro e il sole di oggi vi auguro una buonissima giornata,

a presto,

Silvia




venerdì 15 marzo 2013

Rose che incorniciano portafoto


Volge al termine anche questa settimana lavorativa e nei prossimi giorni mi prenderò un po' di tempo per me, per festeggiare un paio di compleanni in famiglia, per vedere degli amici e, meteo permettendo, per fare un giretto alla manifestazione Giardini d' autore che si terrà a Riccione questo week end e che mi ispira un bel po' . Sicuramente mi verranno gli occhi a cuoricino alla vista di quei meravigliosi allestimenti e di tutti quei fiori nei colori che io adoro!

In attesa di questa benedetta primavera anche le mie creazioni per la casa sono in fiore e oggi vi mostro dei portafoto decorati




Questi sono della dimensione di un foglio A 4 per intenderci e li ho decorati con fiori all'uncinetto misti a fiori in stoffa, uno in rosa e uno in blu.


Questi invece sono un po' più piccoli (la metà degli altri) e sono decorati con particolari esclusivamente in stoffa


In questa fase sono totalmente stregata dai colori azzurro, rosa, lilla e verde salvia nei loro toni più delicati.

Ho voglia di tenerezza, di semplicità, di freschezza, di qualcosa di leggero e di ...... non mi viene una parola adatta ad esprimere quello che vorrei, perché ha più a che fare con un colore o uno stato dell' anima che con qualcosa di concreto, il materiale, il colore sono solo un mezzo.

Però ho voluto accontentare anche chi ama colori un po' più accesi e allora mi sono concessa anche un rosso vivo e  un blu navy


Spero vi piacciano nella loro essenzialità ;)

Auguro a tutti un buon fine settimana....a presto

Silvia




mercoledì 13 marzo 2013

Calamite fiorite


L'idea del post di oggi mi è stata ispirata dalla bravissima e dolcissima Chiara, di My Country Nest.
Per natale avevo fatto la mia solita puntatina ad Ikea: quello è uno di quei posti in cui dovrei entrare senza portafoglio e senza bancomat, perchè ogni volta trovo sempre il modo di spendere!

Tra le altre cose avevo preso delle formine in metallo decorate con stoffa rossa  e bianca che dovevano essere degli addobbi natalizi, ma che poi ho messo lì in un cassetto in attesa di ispirazione....poi Chiara mi ha ispirato e allora sono nate delle calamite per il mio frigo.

Chiara aveva creato dei veri e propri dolcetti (li potete vedere qui) io avevo voglia di qualcosa che un po' sapesse di torta e un po' di floreale e allora sono nati questi cupcake in fiore.


Allo stato attuale c'entrano poco con i colori della mia zona giorno, ma entro la fine dell'estate ci si sposeranno benissimo! ;)


Ora le cartoline dell'Olanda, dell'isola di Texal e di Berlino, che mi ero presa come ricordo della meravigliosa vacanza della scorsa estate hanno un qualcosa in più.....e in attesa di un prossimo viaggio ancora tutto da pensare mi tengono compagnia :)


Un dolce mercoledì a tutti, un abbraccio

Silvia






lunedì 11 marzo 2013

Porta cellulari freschi di primavera by Romina


Le ultime settimane sono state un po' impegnative per me: un po' troppo dense di pensieri e un po' pesanti per un'influenza che mi si è attaccata su come una cozza e non mi vuole più smollare e che mi ha distolto da ciò che avrei voluto fare. Non volevo però rinunciare anche alla fiera di Vicenza edizione primavera e quindi ieri mi sono avventurata con il solito gruppetto di affezionate...oggi poi la sto scontando tutta!!!!!

Eh sì mi sa che l'edizione primavera "mi appartiene" di più di quella natalizia. 
Adoro quei colori pastello, leggeri, delicati ed allegri allo stesso tempo. 
Mi sono ispirata e ho deciso come voglio la mia zona giorno, prossima a subire modifiche e cambiamenti!

Purtroppo mi sono dimenticata a casa la macchina fotografica e sono riuscita a scattare solo qualche foto (che non ho ancora scaricato) con il telefono a dei veri capolavori in patchwork. Se sono venute decenti nei prossimi giorni ve le posterò. 
Io mi avvicino a quest'arte in punta di piedi, con ammirazione mista ad un timore reverenziale: occorrono veramente una precisione e una pazienza infinite per potercisi applicare.
Chissà se un giorno avrò il coraggio di avventurarmi per quella strada?!

Intanto visto che io sono temporaneamente in fase down, vi lascio alle ultime creazioni di mia sorella.


Romina questa volta ha realizzato dei porta cellulari: ha scelto dei colori pastello, un rosa tendente al lilla con pois bianchi ....


... e un grigio tenue sempre a pois, ma più piccoli. 


Un paio sono con la tracolla e uno da borsa. Per le rifiniture lei che sa fare ha utilizzato l'uncinetto, io molto più pigra uso passamaneria ;)

A me piacciono tanto, me ne ha anche mostrati altri, nati di recente, che devo però ancora fotografare e che vi posterò prossimamente ;)

Auguro a tutti un buon lunedì e che sia una felice settimana! :)

Un abbraccio a presto,

Silvia











giovedì 7 marzo 2013

Fiori color pesca - corallo per gli sposi!


Questo 2013 sarà un anno con parecchi fiori d'arancio, per alcuni già passati, per altri in arrivo.

Per e con un'amica testimone di nozze, che voleva lasciare agli sposi un ricordo speciale e personale, al di là del regalo tradizionale, è nato questo album.


E' stata una creazione partecipata questa, sì perchè Lisa ha scelto personalmente ogni frase utilizzata per la decorazione dell'interno, ha scelto i colori e io su quelli mi sono ispirata.


Mi è piaciuto tantissimo vederlo nascere, ho mischiato tre tecniche: cucito, punto croce, uncinetto. 

Quando ho letto tutto d'un fiato le frasi che Lisa aveva scelto mi sono commossa, sono davvero belle e sperando che a lei non dispiaccia, vorrei condividere con voi quelle che mi sono arrivate più forti al cuore:

"Se non sei tu l’amore, l’amore non esiste.
Amo la gente che si ama, che sa amarsi. 
Ha un vestito migliore cucito addosso con l'ago dell'anima. 
E lo regala, senza guardare la misura. 
Perché l'amore non si prova, si indossa direttamente." 


"Credo che l’amore abbia un punto di non ritorno, un punto che una volta varcato non ci permette di tornare indietro. E’ in quel preciso istante che ci si spoglia dei vestiti razionali e ci si tuffa in mare, dimenticando il salva cuore, anche se non sappiamo nuotare. E forse quel punto ogni volta diventa l’incoscienza più preziosa della nostra vita."

"Il vero amore è un semplice miracolo. La semplicità è essa stessa eccezione, qualcosa che rende improvvisamente speciali dei giorni normali. Credere speciali le cose normali, questo è il segreto della felicità, rendere l’ordinario straordinario solo restando insieme."

"Se mi domandi perché ti amo io non so e non posso risponderti. E’ semplicemente perché è te che voglio e che vedo accanto a me, è semplicemente perché sono io che mi voglio e mi vedo con te, è solo perché siamo e in quel verbo c’è la vita."

E poi per finire...testo integrale della CURA di Battiato....che dire...io sul finire un po' di coccolone ce l'avevo!!!

Sono felicissima che gli sposi abbiano gradito, Lisa ci ha davvero messo il cuore, io le ho prestato le mani e ci ho messo l'intenzione (a dire il vero quasi sul finale mi sono accorta di aver sbagliato il nome della sposa, ma Lisa per fortuna ne ha avuto il sentore e abbiamo riparato!)

Buona vita agli sposi e avanti i prossimi ;)!!!

Che sia per voi una felice giornata,

un abbraccio,

Silvia



lunedì 4 marzo 2013

Cielo azzurro e fiori di campo per un set bagno primaverile


Pensavo di aver superato l'inverno indenne ed immune da influenze varie...invece mi sa che questa volta sono stata colpita e in parte affondata!
Nel fine settimana mi è esploso un raffreddore cosmico che mi rende difficile respirare....quindi perdonatemi se oggi sarò di poche parole, non sono per niente al pieno delle mie forze, anzi!!!


Come promesso la scorsa settimana, dopo il set bagno in rosa (che potete trovare qui), oggi è finalmente il turno di quello sull'azzurro!


Io adoro questa stoffa, è allegra e delicata allo stesso tempo, sa di fiori di campo e di cielo azzurro, insomma mi piace da morire!!!

Anche qui trovate una salvietta grande e due mini, il sacchettino porta trucchi e la scatola contenitore da utilizzare per prodotti da bagno.


Con questo colore che ricorda il cielo stupendo che ci accompagna in questo lunedì, vi auguro buon inizio settimana ......io cercherò di riprendermi anche perché domenica mi attende la fiera di Vicenza e non vorrei perdermela!

Un abbraccio a tutti a presto,

Silvia